Mostra dai Romantici a Segantini - itPadova

itPadova

ARTE COSA VEDERE

Dai Romantici a Segantini: una mostra per scoprire l’Europa dell’Ottocento

Friedrich

A gennaio 2022 partirà a Padova una nuova mostra: Dai Romantici a Segantini – Storie di lune e poi di sguardi e montagne. Un progetto espositivo che porterà in città dipinti della Fondazione Oskar Reinhart, scelti da Marco Goldin, già curatore in città della rassegna su Van Gogh. Appuntamento dal 29 gennaio al 5 giugno 2022 presso il Centro Culturale San Gaetano. Marco Goldin l’ha presentata in conferenza stampa assieme al sindaco Sergio Giordani e all’assessore alla cultura Andrea Colasio. Il 1 dicembre ci sarà la presentazione al pubblico presso il Teatro Verdi.

Presentazione Mostra dai Romantici a Segantini
Marco Goldin assieme al sindaco di Padova Sergio Giordani e all’assessore alla cultura Andrea Colasio

Prima mostra di un ciclo chiamato Geografie dell’Europa

Sarà la prima mostra di un ciclo chiamato “Geografie dell’Europa. La trama della pittura tra Ottocento e Novecento”.  La costruzione della mostra si appoggia sulla collezione compresa nella fondazione Oskar Reinhart, facente parte della rete del Kunst Museum di Winterthur, uno dei poli artistici di maggior interesse della Confederazione Elvetica. Ben 76 opere della Fondazione Oskar Reinhart potranno giungere a Padova per aprire il progetto sulle Geografie dell’Europa, dopo 3 decenni dall’ultima prestigiosa tournée internazionale, in cui una selezione di opere viaggiò in alcuni musei americani ed europei – dal Metropolitan di New York al County Museum di Los Angeles, dalla Nationalgalerie di Berlino alla National Gallery di Londra.

A partire proprio dal romanticismo in Germania, con i suoi esponenti da Friedrich a Runge a Dahl. Sette sezioni tematiche, cronologicamente distese lungo i decenni, che consentiranno al visitatore della mostra di orientarsi all’interno dell’arte svizzera e tedesca dell’Ottocento. La mostra sarà un racconto appunto nuovo e pieno di fascino per il pubblico italiano che verrà condotto a viaggiare, attraverso opere di grande bellezza, entro una pittura che dalla strepitosa modernità dei paesaggi di fine settecento in Svizzera di Caspar Wolf, che quasi anticipa Turner, arriverà fino a Segantini. E in mezzo, una vera e propria avventura della forma e del colore, con paesaggi meravigliosi e ritratti altrettanto significativi.

Hodler
Sguardo verso l’infinito di Ferdinand Hodler

L’incanto della Natura al centro della Mostra Dai Romantici a Segantini

Sarà una mostra coloratissima e avrà al suo centro l’incanto della natura. Un romanzo ottocentesco che coniuga le storie minime dei volti con l’immenso della natura.

Ci saranno vere e proprie sezioni monografiche come quelle dedicate a Bocklin e Hodler, fino all’impressionismo tedesco e alle novità, francesizzanti, del colore di pittori svizzeri come Cuno Amiet e Giovanni Giacometti, il papà del grande scultore Alberto. E soprattutto le parti della mostra in cui entreranno in campo gli artisti svizzeri, saranno un canto sublime dedicato alla poesia della montagna, con i grandi ghiacciai, i picchi, i prati nel sole, i ruscelli, il Monte Bianco, il lago di Ginevra. Tra Hodler e Segantini nasce la devozione emozionata per la montagna che è insieme spalto fisico e categoria dello spirito. La mostra ne dà ampia e appassionata testimonianza, innalzando alla natura un vero e proprio inno. Una sala intera includerà tutti e cinque i dipinti di Caspar David Friedrich presenti nella Fondazione Oskar Reinhart, tra cui spicca il capolavoro Le bianche scogliere di Rugen, un emblema del romanticismo.

Sette sezioni della mostra dai Romantici a Segantini al Centro Culturale San Gaetano

Le sezioni della mostra saranno 7:

Di acque, prati e montagne. Il paesaggio in Svizzera da Wolf a Calame tra Settecento e Ottocento.

Il lume della luna e altre storie. L’idea romantica in Germania attorno a Friedrich.

L’azzurro del cielo e il mare. Il nuovo paesaggio tedesco

L’Italia, la mitologia e il viaggio. Bocklin, Pan e le immagini del Bel Paese.

Lo sguardo e il mistero del silenzio. Ritratti e realtà in Svizzera da Anker a Hodler.

Il racconto della vita. Dal realismo all’impressionismo in Germania.

La valle Incantata. Tra occhi, villaggi e montagne nella svizzera che cambia colore da Segantini a Giacometti.

Centro Culturale San Gaetano
Centro culturale San Gaetano Padova

Quindi la mostra Dai Romantici a Segantini avrà la presentazione al pubblico il 01/12/2021 al Teatro Verdi. E apertura il 29/01/2022 presso il Centro Culturale San Gaetano.

Dai Romantici a Segantini: una mostra per scoprire l’Europa dell’Ottocento ultima modifica: 2021-11-15T08:00:00+01:00 da Paola Balderico

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Valentina Lorenzato

Mi piacerebbe tantissimo vedere questa mostra, spero di riuscirci.

PAOLA

Grazie

Julieta B. Mollo

Molto interessante!

PAOLA

Grazie

Mariateresa

Grazie della notizia e della descrizione che ne hai fatto. Mi sono incuriosita e penso proprio che l’andrò a vedere

PAOLA

Grazie mille 😘

Ale

Conosco poco questi pittori quindi andare a vedere la mostra potrebbe essere un buon modo che conoscerli meglio

PAOLA

Grazie mille 😘

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x