itPadova

ARTE COSA VEDERE

Il Museo del Duomo di Cittadella nella nuova sede

Il Nuovo Museo Del Duomo Di Cittadella

Il Museo del Duomo di Cittadella si è completamente rinnovato. La splendida cittadina del padovano, che già offre ai visitatori una passeggiata suggestiva e assolutamente unica sull’anello delle mura duecentesche, presenta un’ulteriore attrattiva. Dal giorno 22 maggio sarà possibile ammirare la nuova sede del Museo del Duomo. Qui sono raccolti dipinti, sculture e oggetti d’arte applicata provenienti del territorio. Un traguardo significativo raggiunto nonostante le molte difficoltà collegate alla pandemia.

Storia del Museo del Duomo di Cittadella

Il Museo del Duomo nasce alla metà degli anni ottanta su lodevole iniziativa del dottor Giuseppe Stregliotto. Con il sostegno dell’arciprete Antonio Miazzi e l’aiuto di numerosi volontari Stregliotto inizia il recupero e il restauro delle opere accantonate nei diversi locali. Alcuni vani della torre campanaria e altri ambienti attigui sono poi scelti e adattati a sede espositiva. Tale collocazione, tuttavia, si presenta carente fin da subito sotto diversi punti di vista e pertanto si studiano soluzioni alternative.

Duomo Di Cittadella
Il Duomo di Cittadella, consacrato ai santi Donato e Prosdocimo

Nel 2002 lo Studio Architetti Veneti avvia il recupero di nuovi ambienti, più spaziosi, che sono resi accessibili secondo le vigenti disposizioni normative. Nel 2020, grazie al contributo di Mibact, di Fondazione Cariparo e del Comune di Cittadella, ha finalmente termine il lungo lavoro di adeguamento del Museo.

La presentazione della nuova realtà

Il 18 maggio scorso, sotto i lacerti d’affresco dell’abside della antica parrocchiale, il nuovo Museo del Duomo è stato presentato alla stampa. A parlare sono l’arciprete don Luca Moretti; il sindaco di Cittadella, Luca Pierobon; e il presidente della Fondazione Cariparo, Gilberto Muraro. Per ultimo prende la parola il coordinatore del nuovo Museo e attuale direttore del Museo Diocesano di Padova, Andrea Nante. La soddisfazione per il traguardo raggiunto è in tutti evidente e assolutamente comprensibile.

Presentazione Del Museo Del Duomo
La presentazione del Museo del Duomo

Il Museo – si rileva – genera socialità, e quest’ultima, a propria volta, un ritorno anche economico sul territorio. Nante sottolinea inoltre l’importante ruolo non solo conservativo, ma anche scientifico e didattico dei musei, organismi assolutamente vivi e protagonisti del presente. Lo studioso accenna poi alla storia del Duomo di Cittadella e al Museo in particolare, soffermandosi sulle opere esposte. Quindi si passa alla visita.

L’esposizione nel Museo del Duomo di Cittadella

Il percorso espositivo, nell’allestimento curato dall’architetto Gianni Toffanello, intende privilegiare un limitato numero di opere selezionate. All’ingresso del Museo, il visitatore è accolto da un piatto elemosinario di fattura tedesca che ricorda la posizione di Cittadella sulla via delle Alpi. Una chiave di lettura per comprendere l’identità stessa del cittadellese.

Piatto Elemosinario
Piatto elemosinario

A fianco, una statua di Sant’Antonio Abate in pietra di Vicenza che presenta ancora tracce dell’originaria policromia (XV sec.). E qui si vuole rammentare l’antico cenobio dedicato al Santo, esistente prima dell’erezione della chiesa. Proseguendo nella visita ci si imbatte in dipinti, sculture lignee, oreficerie, paramenti sacri e altri oggetti di raffinata fattura medievale e rinascimentale.

Museo Del Duomo Di Cittadella Interno
Ambienti del nuovo Museo del Duomo di Cittadella

Ne lasciamo la scoperta al visitatore e ci soffermiamo sui due noti capolavori di pittura presenti in Museo.

Il Compianto sul Cristo Morto di Andrea da Murano (XV sec.)

Andrea da Murano, al secolo Andrea di Giovanni, è il probabile autore del Compianto sul Cristo Morto, uno dei dipinti più importanti del Museo.

Andrea Da Murano Compianto Sul Cristo Morto
Andrea da Murano, Compianto sul Cristo Morto

Già attribuita in passato a Jacopo da Montagnana e poi a Lazzaro Bastiani, la tavola è databile alla seconda metà del Quattrocento. La provenienza è incerta, ma si reputa possibile la sua appartenenza all’antica parrocchiale, sostituita a partire dal 1774 dal Duomo attuale. Dal punto di vista stilistico e compositivo si fanno notare il brillante colorismo di derivazione veneziana e un’impostazione di tipo scenografico. Quasi una trasposizione pittorica dei coevi compianti in terracotta. Il paesaggio è reso con accentuato plasticismo e costituisce una parte non secondaria della composizione.

La Cena in Emmaus di Jacopo da Ponte (1537)

L’autore della Cena in Emmaus, un episodio successivo alla morte di Gesù raccontato nel vangelo di Luca, è certo. Lo attesta un documento dello stesso pittore, Jacopo da Ponte detto Bassano, che ricorda la commissione del dipinto dall’arciprete e dai massari del Comune. Anche il soggetto della pala è stabilito: la storia di Luca e Cleofa.

Jacopo Da Ponte Cena In Emmaus
Il coordinatore del Museo, Andrea Nante, davanti alla Cena in Emmaus di Jacopo da Ponte

I due discepoli sono sulla via verso il villaggio di Emmaus. Gesù sta pranzando con loro ignari, ancora, della sua identità, ma il gesto della mano rivela che egli sta per farsi riconoscere. L’apparizione del Risorto farà rinascere la fede nel cuore del due discepoli. Ed è proprio la conversione personale del credente che interessa ai committenti dell’opera, preoccupati dal dilagare delle eresie aumentate dopo la riforma protestante. L’opera giovanile rivela già – si sottolinea – equilibrio cromatico e padronanza compositiva nell’inserimento dei soggetti all’interno degli ambienti.

Ingresso al Museo del Duomo di Cittadella

L’entrata al Museo si trova a lato del Duomo. I visitatori in possesso del biglietto d’ingresso alle Mura avranno ingresso ridotto nel Museo del Duomo. E viceversa.

Per informazioni:

Museo del Duomo

Piazza del Sagrato n. 1 – 35013 Cittadella (Pd)

+39 049 9404485

Il Museo del Duomo di Cittadella nella nuova sede ultima modifica: 2021-05-21T09:00:00+02:00 da Paolo Franceschetti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
25
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x