I Musei Civici di Padova, eccellenza della terraferma veneta - itPadova

itPadova

ARTE EDIFICI STORICI

I Musei Civici di Padova, eccellenza della terraferma veneta

Padova Musei Civici Tintoretto Crocifissione (particolare)

I Musei Civici di Padova sono il maggiore complesso museale veneto di terraferma per importanza e per numero delle collezioni. È distribuito in diverse sedi. Nell’ex convento degli Eremitani si trovano sia il Museo Archeologico che la Pinacoteca e il Lapidario del Museo d’Arte Medioevale e Moderna. La sezione di Arti Applicate e Decorative del Museo d’Arte è, invece, nel vicino Palazzo Zuckermann. Qui si trovano anche le raccolte del Museo Bottacin. Chi vuole vedere, infine, il Museo del Risorgimento e dell’Età Contemporanea deve recarsi al piano nobile del Caffè Pedrocchi. Ma i Musei Civici di Padova comprendono anche altre sedi espositive.

Padova Musei Civici Agli Eremitani Ingresso Foto Errerigo
Padova Musei Civici agli Eremitani Ingresso (foto ERRERigo)

Le altre sedi espositive dei Musei Civici

Fanno parte dei Musei Civici anche altri edifici di straordinario valore monumentale. Innanzitutto la Cappella degli Scrovegni, capolavoro di Giotto arrivato a noi in condizioni eccezionali. Poi il grandioso Palazzo della Ragione, detto anche il Salone, dipinto in origine da Giotto, quindi nuovamente ridipinto dopo l’incendio del 1420. L’Oratorio di San Michele, che contiene affreschi tardo trecenteschi. E il cinquecentesco Oratorio di San Rocco. La Torre e l’Orologio Astronomico in piazza dei Signori, dove sta la copia quattrocentesca dell’orologio di Jacopo Dondi. La Loggia e l’Odeo Cornaro, straordinario complesso architettonico cinquecentesco. Infine, ad Arquà sui Colli Euganei, la Casa del Petrarca. Dove il Poeta trascorse gli ultimi anni della sua vita.

I Musei Civici: il Museo Archeologico

Il Museo Archeologico è collocato nell’ex convento degli Eremitani, al piano terra. Racconta la storia del territorio dalla protostoria all’età romana (IV secolo d.C).

Musei Civici Chiostri Agli Eremitani Museo Archeologico Foto Filippof
Musei Civici Chiostri agli Eremitani Museo Archeologico (foto Filippof)

I materiali provengono da scavi in città e nel territorio e da lasciti. Si ammirano anche collezioni di ceramiche etrusche, greche e magnogreche, di gemme, di reperti egizi. Alcuni di questi ultimi sono doni dell’esploratore padovano Giovanni Battista Belzoni, come ad esempio due grandi statue leontocefale della dea Sekhmet.

I Musei Civici: il Museo d’Arte Medioevale e Moderna

Il Museo d’Arte Medioevale e Moderna possiede importanti raccolte e un numero rilevantissimo di pezzi. Occupa gran parte dell’ex convento degli Eremitani e i primi due piani di palazzo Zuckermann. Per conservare in modo ottimale le altre opere non esposte, possiede pure dei capienti depositi e un moderno laboratorio di restauro. Non di rado collabora con i maggiori musei del mondo. In questo periodo, per esempio, due sculture rinascimentali sono state concesse in prestito al Museo del Louvre di Parigi. Anche il Museo del Risorgimento e dell’Età Contemporanea, che ha sede al piano nobile del Pedrocchi, afferisce al Museo d’Arte. Esiste un progetto, inoltre, per l’allestimento della nuova sezione di dipinti e sculture dell’Otto-Novecento.

La Pinacoteca del Museo d’Arte Medioevale e Moderna

Nella sede degli Eremitani il Museo d’Arte presenta il Lapidario, con pezzi dal Medioevo alla caduta della Repubblica di Venezia (1797), e la Pinacoteca. Questa possiede più di tremila dipinti. Quelli esposti vanno dal Trecento al Settecento. Ma vi sono anche sculture, placchette e bronzetti. Il primo nucleo si è formato con le opere provenienti dalle corporazioni religiose soppresse. Poi legati e donazioni lo hanno accresciuto. Il solo legato Emo Capodilista ha portato in Pinacoteca oltre 540 dipinti ed è esposto in una sezione a parte. Qui si vedono quadri di Giovanni Bellini, Giorgione e Tiziano. Tra le opere presenti in Pinacoteca: le tavole del Padre Eterno e del Crocifisso di Giotto provenienti dalla Cappella degli Scrovegni. Le schiere angeliche di Guariento, pittore di corte dei Carraresi. La pala di Santa Giustina del Romanino. Ma non è solamente una panoramica sull’arte veneta.

La sezione di Arti Applicate e Decorative del Museo d’Arte

La sezione di Arti Applicate e Decorative occupa i primi piani di palazzo Zuckermann. Sono presenti oggetti d’uso che vanno dal Medioevo all’Ottocento. La collocazione segue in prevalenza l’ordine cronologico. L’allestimento tende a ricreare ambienti d’epoca.

Padova Musei Civici Museo Darte Una Sala Della Sezione Arti Applicate
Padova Musei Civici Museo d’Arte Una sala della sezione Arti Applicate

La tipologia degli oltre duemila pezzi esposti è molto varia. Ceramiche, armi antiche, argenti, avori, tessili, mobili, gioielli. Riguardo a questi ultimi segnaliamo pure la presenza di pezzi moderni realizzati dalla rinomata Scuola Orafa Padovana. Nata negli anni cinquanta col maestro Mario Pinton.

I Musei Civici: il Museo Bottacin

Il Museo prende il nome da Nicola Bottacin. Imprenditore e collezionista che lasciò al Comune di Padova gli oggetti raccolti durante la sua vita. Occupa il secondo piano di palazzo Zuckermann.

Padova Palazzo Zuckermann
Padova Palazzo Zuckermann

I dipinti e le sculture risalgono prevalentemente all’Ottocento. La raccolta numismatica è una delle più importanti d’Europa. Va dall’antichità ai giorni nostri. Segnaliamo qui il rarissimo ducato d’oro di Francesco I da Carrara. L’unico in una collezione pubblica.

I Musei Civici: il Museo del Risorgimento e dell’Età Contemporanea

Il Museo si trova al piano nobile del Pedrocchi. Racconta la storia padovana dalla caduta della Repubblica di Venezia (1797) alla seconda Guerra Mondiale. Tra gli oggetti più interessanti, una vissuta giubba rossa da garibaldino. E la copia del celebre “Obbedisco!” inviato da Garibaldi a Padova, al Comando Generale (1866).

I Musei Civici di Padova, eccellenza della terraferma veneta ultima modifica: 2020-12-30T12:02:38+01:00 da Paolo Franceschetti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
23
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x